Charaxes Jasius: butterfly's story

English version

Corbezzolo

La metamorfosi è il termine con il quale si definisce la trasformazione rapida di una larva in un adulto d’insetto.  Per i lepidotteri, ovvero le farfalle, questo ciclo si compone di quattro passaggi:

  1. deposizione delle uova

  2. nascita della larva

  3. impupamento

  4. nascita dell'adulto

Ciclo vitale della Charaxes jasius

Abbiamo deciso di osservare questo fenomeno affascinate portando a casa e allevando un bruco di Charaxes Jasius (Fam. Nymphalidae). Questo splendido esemplare è l’unico rappresentate in Europa di farfalla tropicale.   

Il ritrovamento del bruco di Charaxes Jasius non è stato casuale, ma ricercato con cura e difficoltà nel mese di Ottobre. Il soggetto all’inizio del suo stato larvale è piuttosto piccolo e di colore verde, quindi di non facile identificazione nel fogliame del corbezzolo (pianta ospite della larva).

Una volta portato a casa lo abbiamo sistemato con il suo rametto di corbezzolo, sul quale lo abbiamo ritrovato, in un piccolo portafiori, e mantenuto fresco il più a lungo possibile con frequenti cambi d’acqua.

Bruco di Charaxes jasius Bruco di Charaxes jasius

Circa una volta alla settimana ci siamo recati alla ricerca di rametti freschi da sostituire, in quanto quello vecchio seccava e scarseggiava di foglie che venivano  divorate con “straordinaria ingordigia” dal bruco.

La larva della Charaxes costruisce una specie di “letto” su una foglia, con dei fili bianchi, sul quale torna puntualmente dopo essersi cibato delle foglie circostanti.

Questo è stato il primo problema che abbiamo dovuto affrontare: il rametto seccava e quindi andava sostituito e il bruco era costretto a rifare il “letto” su una nuova foglia. Avevamo il timore che la distruzione del suo nido lo disorientasse, invece pazientemente ricostruiva  il tutto.

Durante i tre mesi che è stato nostro ospite abbiamo potuto osservare tre mute, durante le quali trovavamo il rivestimento della testa sul tavolo.

Uova di Charaxes jasius Bruco di Charaxes jasius Bruco di Charaxes jasius

Di volta in volta aumentava di volume e lunghezza.  Lo abbiamo preso che era circa 3 cm e poco prima dell’impupamento era diventato 6 cm. Durante la sua vita da bruco l’unico accorgimento che abbiamo dovuto prendere è stato di mettere una scatolina per raccogliere gli escrementi sotto la sua foglia. Mangiava molto e di conseguenza ……. Gli escrementi erano numerosi.

L’attività maggiore era di sera-notte. Alcune volte lo spruzzavamo con dell’acqua come se piovesse e talvolta lo accarezzavamo (cosa che non disdegnava affatto ….. credo!!!)

Al momento dell’impupamento, come molte larve, ha iniziato a diventare irrequieto e a smettere di mangiare. Il suo obiettivo era trovare un supporto adatto a sostenere la crisalide e permettergli di distendere le ali accartocciate al momento  della sua uscita dal bozzolo.

Bruco di Charaxes jasius Crisalide di Charaxes jasius Charaxes jasius Ala di Charaxes jasius

Il giorno di Capodanno  lo abbiamo ritrovato piegato su se stesso e appeso  tramite un supporto creato con della seta.

Dopo circa 24 ore il corpo inizia a modificarsi: abbiamo avuto la sensazione che si fondesse su se stesso lasciando cadere per l’ultima volta la “testa”. Ora rimaneva solo da attendere.

Dopo circa 15 giorni la farfalla è uscita dal bozzolo dimostrando tutto il suo splendore e distendendo le splendide ali facendo aumentare l’afflusso di emolinfa all’interno.

Il soggetto adulto completamente sviluppato prende il nome di “immagine”.

A questo punto muniti di entusiasmo, ansia, e attrezzatura fotografica abbiamo incominciato a scattare fotografie. L’abbiamo sostenuta con un po’ di vino rosso.

Questa farfalla (Charaxes jasius)è nota anche come “ninfa del corbezzolo” o “farfalla ubriacona” è amante di sostanze zuccherine e alcoliche. Talvolta beve talmente tanto che quando tenta d volare incontra difficoltà e ricade malamente in basso. Non è stato il nostro caso, ha bevuto solo alcune gocce e poi è volata verso i vetri.

Charaxes jasius Charaxes jasius Charaxes jasius Charaxes jasius

A questo punto molto tristemente l’abbiamo fatta uscire consci che forse non era la stagione giusta e che il suo impupamento sia stato condizionato dal riscaldamento dell’appartamento. Vederla volare verso i giardini vicini dove ci sono alcune piante di corbezzolo ci ha reso speranzosi.

©2011 Testo e Foto: Alessandra e Rocco Marciano

Fonti:

Ultimo aggiornamento: 08-10-2012