Val Noci

Panoramica lago Val Noci con neve

Una gita interessante che ci conduce  nell’ entroterra genovese in poco tempo  passando per la Valbisagno e salendo fino a raggiungere Creto dove dopo circa 2 km si svolta verso il lago Val Noci. Zona ricca di vegetazione, prati e casolari abbandonati dove sicuramenti non mancano gli spunti per immortalare flora e fauna del posto, inerpicandosi con lo zaino in spalla.

L'invaso è stato costruito negli anni trenta, intrappolando le acque del torrente Noci e si trova nel comune di Montoggio, il torrente Noci ha origine a Pian d'Orio.

All’arrivo si possono scegliere 2 percorsi, uno più pianeggiante seguendo il sentiero sulla destra che costeggia l’invaso artificiale della diga Val Noci (uno degli acquedotti genovesi) o risalire la strada dritta che per qualche curva è asfaltata che porta volendo fino a 1000 m. di quota circa.

Val Noci Val Noci Val Noci

Nel mese di aprile, periodo nel quale abbiamo effettuato la gita, ci siamo imbattuti nelle prime fioriture di anemoni, tarassaco, scilla italica, violette, primule, ranuncoli e molti altri fiori che non siamo stati in grado di identificare. Volavano inoltre le prime farfalle e molti bombici, sirfidi e api.

Per la maggior parte, la vegetazione intorno al lago Val Noci è composta da boschi cedui misti di castagni, ontani, carpini, maggiociondoli, ciliegi selvatici e frassini.

Il lago Val Noci è alimentato da piccoli ruscelli che scendono dai pendii circostanti; ve ne sono sulla riva destra e su quella sinistra; questi ultimi apportano molto materiale solido che va ad accumularsi nel fondo del bacino; per questo motivo la sponda sinistra del lago presenta un aspetto più pianeggiante rispetto a quella destra ed è  percorsa da agevoli sentieri lungo i quali si  trovano ampi spazi, ideali per escursioni.

La vegetazione è rigogliosa, infatti vi sono folti boschi cedui misti di castagni, ontani, carpini, maggiociondoli, ciliegi selvatici e frassini; sulle le cime attorno al lago, si ritrovano fioriture del narciso dei poeti.

Il lago Val Noci è meta di pescatori poiché nelle sue acque sono presenti trote, cavedani, barbi e, in particolare, carpe.

Questo lago si trova a circa 537 mslm, ed ha una larghezza max di 420 m. Gli spazi aperti disponibili favoriscono la sosta della fauna ornitica migratoria.

Tra le varie attivita possibili c'è anche una parete attrezzata per divertirsi ad arrampicarsi su di una parete rocciosa.

Dal lago di Val Noci è possibile raggiungere l’omonimo paesino, dal quale facilmente si può salire alla vetta del Monte Bano (m. 1035).

Ultimo aggiornamento: 12-Giu-2017