Rocca d’Aveto - Prato della Cipolla – Lago Nero e ritorno

INFO

Difficoltà: E

Segnavia:http://www.escursioniliguria.it/immagini/segnavia_pallino_giallo.gif cerchio giallo

Altitudine: 1597 mslm

Dislivello: 583 metri

Tempo (senza soste) : 3,30 ore A-R

Lunghezza: circa 11 km

Voto:

Attrezzatura consigliata

Zaino da trekking

Scarpe o scarponcini da trekking

Giacca a vento tecnica o anche un semplice K-way

Pile in materiale tecnico con zip completa per comodità (solo nei periodi freddi)

Borraccia d’acqua

Ghette (se pensate di andare con terreno innevato)

Copri zaino antipioggia (in caso di dubbi sulle previsioni)

Come arrivare

Per arrivare a Rocca d’Aveto bisogna prima raggiungere Santo Stefano d’Aveto, comune situato all’estremo confine con la provincia di Piacenza e situato a 1.012 m s.l.m.

Percorriamo la strada provinciale 586 che imbocchiamo a Carasco, dove ci sono chiare indicazioni stradali e dopo quasi un’ora di auto siamo Santo Stefano d’Aveto dove seguiamo le indicazioni per Rocca d’Aveto.

Qui, lasciamo l’auto nell’ampio parcheggio sottostante l’impianto di risalita che porta al Prato della Cipolla (seggiovia).

Per sapere quando è in funzione la seggiovia (per chi volesse usarla) è bene consultare il sito internet:

INFO

Descrizione

Da Rocca d’Aveto bisogna individuare, sulla sinistra guardando l’impianto di risalita, l’imbocco del sentiero per il Prato della cipolla, le indicazioni sono trapezio giallo pieno e cerchio giallo .

Questa prima parte del percorso è in discreta salita, si incontrano comunque un paio di fontane, che sono utili se si dovesse fare rifornimento d’acqua.

Ad un certo punto si incontra un sentiero a sinistra con ben indicato il Prato della cipolla, dopo quest’ultimo tratto in salita il sentiero spiana leggermente e si arriva con comodità alla meta.

Durante il percorso si aprono alcuni scorci panoramici verso il monte Maggiorasca, il dislivello effettuato fino al prato è di circa 300 m.

La segnalazione per il Lago Nero è molto evidente, non si può sbagliare. Facciamo un breve giro al prato della cipolla e poi iniziamo il percorso per il lago, circa 40 minuti di cammino da questo punto.

Il lago Nero è un piccolo lago dell'Appennino piacentino situato in provincia di Piacenza, esattamente nel comune di Ferriere.

Il lago si trova ad una quota di 1540 m.s.l.m., è raggiungibile anche dalla vicina Val Nure anche dal sentiero che porta al Monte Nero.

Questo sentiero è ombroso, attraversa una bella faggeta e la camminata è molto piacevole, si alternano tratti in discesa e tratti in lieve salita fino ad arrivare al Lago Nero.

Il lago si èformato in una bella conca, dal punto di vista botanico c’è da segnalare che sul ripido versante del Monte Nero si trova l'unica stazione spontanea di pino mugo nell'Appennino settentrionale.

Per il rientro si effettua lo stesso percorso a ritroso e in circa un’ora e mezza si è nuovamente dal posteggio di Rocca d’Aveto.

Osservazioni del naturalista

Questo SIC, identificato come IT4010003 - SIC- Monte Nero, Monte Maggiorasca, La Ciapa Liscia, è particolarmente interessante per l’osservazione di alcune specie botaniche tra cui il Pino mugo (Pinus mugo pumilio), l’oramai raro coleottero Rosalia alpina e il lepidottero Parnassius Apollo .

Per maggiori info vedere qui: