I Forti e il Parco delle Mura

INFO

Difficoltà: T

Segnavia: X Rossasegnavia

Altitudine: 440 mslm

Dislivello: 206 metri

Tempo: 2,20 ore

Lunghezza: 9 km AR

Voto:

Attrezzatura consigliata

Zaino da trekking

Scarpe o scarponcini da trekking

Giacca a vento tecnica o anche un semplice K-way

Pile in materiale tecnico con zip completa per comodità (solo nei periodi freddi)

Borraccia d’acqua

Copri zaino antipioggia (in caso di dubbi sulle previsioni)

Come arrivare

Con la funicolare Zecca-Righi ogni 30 minuti (circa) da piazza della Zecca con fermate intermedie San Nicola, Santuario della Madonnetta, San Simone. Biglietto bus AMT.

In Autobus

Da piazza Manin bus 64.

Da Brignole bus 39 e 40.

Da Principe bus 38 e poi da Granarolo 355. Biglietto bus AMT.Info: Tel. 848 000 030 www.amt.genova.it

Descrizione

Facile escursione che permette di rimanere vicini alle città di Genova ma immersi nella natura.

Una volta arrivati al Righi, passato l’osservatorio astronomico e l’osteria Richetto, si può parcheggiare l’auto.

Si imbocca il sentiero verso l’osteria delle Baracche, tutto il percorso è molto agevole e si snoda su una ampia sterrata in falsopiano che permette di avere una splendida visione prima sulla Val Bisagno e poi sulla Val Polcevera.

In questa piacevole escursione, che si rischia anche di fare in condizioni di affollamento, specie se in giorni festivi, si possono anche gustare tutti gli aneddoti storici di una parte dei forti genovesi.

Si parte in prossimità del forte Sperone, si incontra appena passata l’osteria delle baracche il Puin, il Fratello Minore (da qui si vede molto bene tutta la Val Polcevera), i ruderi del fratello Maggiore e infine dopo una risalita a zig zag il Forte Diamante, alla quota di 667 mslm , la più alta del percorso.

Osservazioni del naturalista

Il primo tratto del percorso, tra l’osteria delle baracche e il Forte Puin è caratterizzato da pannelli che ci spiegano le varie specie di farfalle che si possono incontrare, ovviamente nel periodo primavera/estate, questo tratto del percorso è denominato “Sentiero delle farfalle.

Maggiori dettagli su storia e natura di questo percorso si trovano qui:

www.parks.it